06 maggio, 2007

Love... love will tear us apart again...

Sabato 05/05

Giorni strani. Giornata strana, frenetica, bella serata. Nottata di merda, finita a modo suo, senza capire nulla, senza troppo da spiegare, solo un'intesa senza intesa.
Oggi ho scoperto di avere un rimpianto. Non sentirsi apposto con se stessi è triste. Fino ad ora, tornando indietro non avrei cambiato nulla.
Io non voglio essere stronzo.
Oggi ho scoperto che la pioggia sottile del primo mattino non basta a lavare le ferite, tantomeno la coscienza. E cammino a piedi perchè ne ho bisogno, con gli autobus da prendere che mi scivolano accanto, con le serrande dei negozi che vengono aperte mentre passo, con la gente che mi evita, con una canzone nella mente che si muove a dispetto di me, che mi perdo e mi fermo, che rimango indietro. Il cappotto nero si muove trasportato dal vento, lo sento schiacciarmi, come ali difficili da sollevare. Sono ali tarpate le mie, sporche, appesantite dalla pece indurita e nera, addossate ad un corpo tarlato.
Mi porto dietro la stanchezza di sempre, mi porto dietro gli anni di esperienza che non ho, mi porto sulle spalle gli sbagli, anche quelli non miei. Eppure solo oggi solo uno mi pesa. E' andata com'è andata...
Schivo gli sguardi ai miei occhi arrossati dalla spossatezza, cammino a rilento, sotto la pioggia sottile che mi bagna, asciugando le mie lacrime stagnanti.


Domenica 06/05
Apatia.

2 commenti:

giulia ha detto...

Un abbraccio.

durk ha detto...

:) grazie...